29 maggio 2013

Sentieri Notturni di Radio Capital, ovvero "dettare ricette a caso in radio"


Non credo che riuscirò mai più a riprendermi dall'emozione.

In questi giorni di girandole per l'Italia, con la macchina Lucilla che macina chilometri ronzando rumori nuovi ad ogni curva, ho trovato anche il tempo di andare a Roma, negli studi di Radio Capital, per partecipare alla puntata di Porte Aperte di Sentieri Notturni con Sergio Mancinelli, uno dei miei programmi preferiti in radio, in onda tutte le sere feriali alle 23.


Ieri sera ero lì, negli studi, in compagnia della simpatia trascinante di Sergio, mentre l'AM e il Bro gironzolavano tra i sorrisi sornioni di Tommy in regia che manipolava le nostre voci di qua dal vetro. E ne è venuta fuori un'ora di chiacchiere e musica che ha coperto la spina dorsale del cuore come un'onda calda da coperta. Superfluo dire che il sogno di lavorare in radio ce l'ho sempre avuto, assieme a quello di scrivere, ma essere fisicamente lì e vedere come funziona, fare il tour della redazione deserta, annusare quell'odore strepitoso di caldo, fili, mixer e musica. Non ci potevo credere.



Sono arrivata lì emozionata, con i miei jeans gialli preferiti e lo stivalaccio antifreddo, dopo una giornata a passeggio turistico per Roma, e mi sono sentita a casa. Un microfono, le cuffie e le chiacchiere con Sergio.

Se volete riascoltarmi, il podcast è qui, la puntata del 28 Maggio.

E alla fine, visto che rientrano sicuramente nella categoria delle ricette sciué-sciué, ecco la trascrittura della ricetta esplicitamente preparata per la fame serale, quando rientri con un appetito notturno devastante e non hai voglia del panino del kebbabaro sotto casa.

Mezze Maniche ai Sentieri Notturni

Mezze maniche 
Aglio
Olio
Scorza di Limone biologico
Pomodorini
Pecorino romano stagionato
Erbe aromatiche (facoltative e a piacere) 

Scaldate piano l'olio e l'aglio. Lessate la pasta e saltatela nell'olio e aglio, aggiungete pomodorini a tocchetti, scorza di limone grattuggiata, una bella grattata di pecorino romano all'uscita e erbe aromatiche a piacere, quelle che avete tra basilico, origano fresco, maggiorana, timo, melissa, menta, anche un trito di tutte.
Una bella mescolata e via, seduti a tavola senza nemmeno la tovaglietta, giusto una bottiglia d'acqua o birra da bere a collo, mentre le canzoni della notte ti accompagnano.