5 marzo 2013

Avanzavo giusto un paio di minuti per il dolce

Ho lasciato scivolare via febbraio nelle pieghe sballate dal rientro dell'AM, senza dar troppa retta alla voglia di cucinare e al sonno accumulato. Mi sono lasciata trascinare da una corrente allegramente agitata di incontri, feste, genti, cene, alcol, rosure di culo e travestimenti, maschere e sincerità, paure ed emozioni.
Ho mollato la mia vita all'angolo del 31 gennaio e sono ancora lì che un po' la cerco, perché non mi ricordo mica bene dove l'ho messa.

Per fortuna febbraio è finito, marzopazzo è arrivato, ogni tanto mi si chiude la gola con l'ansia della primavera -e tutti i buoni propositi che come sempre e ancora non sono riuscita a mantenere, porcogiuda- e accarezzo il mio stomaco lievitato causa eccessi di carboidrati. Non riesco a fare a meno di intorzarmi come un puerco di schifezze di ogni tipo, mentre il mio corpo chiede solo un taglio drastico ai condimenti, ai farinacei, agli zuccheri.
La pelle del mio viso è andata completamente a meretrici e per fortuna ho una cremina bio tutta nuova per imburrarmi a dovere, sperando che almeno le cure esterne funzionino.

Promettersi una settimana crudista, una settimana gluten-free e qualche giorno di disintossicazione. Allora prima finiamo quello zuccheraccio, meglio è...

Era da un po' che volevo provare a cucinare dei dolci totalmente vegan, quindi privi di derivati animali come uova e latte, e devo dire che questo primo esperimento è stato riuscitissimo e iperapprezzato. È di una facilità disarmante, velocissima da preparare e permette di omettere le uova e il latte, il che è raro per un muffin. Questa versione contempla purtroppo lo zucchero semolato, che personalmente odio con tutto il cuore ma ne avevo acquistato un chilo per un qualcosa di specifico che adesso non ricordo più e dovevo finirlo per toglierlo di mezzo. La prossima volta torneremo all'amatissimo mascobado scrocchiarello.

Muffin Vegani con Banana e Nocciole

Ingredienti

2 banane mature 
1/4 tazza di olio extravergine
una tazza scarsa di zucchero semolato 
2 tazze di farina integrale
una bustina di lievito
un pugno di nocciole bio
zuccherini colorati per finire (facoltativi)

Pulite le banane e schiacciatele con una forchetta, aggiungete l'olio e lavorate per fare una bella pappa. Incorporate lo zucchero e la farina, il lievito e le nocciole. Riempite i pirottini da muffin per metà abbondante e infornate a 200 gradi per circa 20 minuti. (Lo ammetto, sulla cottura sono andata un po' a occhio).


(sullo sfondo, Holden stravaccato a farsi fare i grattini)

In abbinamento, mentre una serata di chiacchiere e confronti scivola via: City and Colour - What makes a man (Live @ Cesena)