18 ottobre 2012

La tradizione della sfoglia...?

Ne hanno già parlato e fotografato diverse mie colleghe galline scoccodanti: lunedì sera è stato inaugurato il secondo anno del Club des Pirottines, l'anarcoscuola di cucina fondata da Bebe e Simona. Da queste parti se ne è già parlato a luglio, dopo la serata emulsionata con Riccardo Facchini de Il Pappagallo, e ad aprile, quando partecipai alla mia prima serata e mi ritrovai catapultata in un gruppo di allegre e dolcissime Pirottines, che quella sera pendevano dalle labbra sagge di Beatrice Calia.

Lunedì sera, in occasione del primo incontro, è stato calato un asso culinario notevole e sulla carta pure intimidatorio: Aurora Mazzucchelli, chef donna dell'anno per Identità Golose, stellata Michelin, che comanda col sorriso timido e tenace il Ristorante Marconi, poco fuori Bologna.

Il timore reverenziale è stato mitigato dalla sua pazienza e disponibilità: le abbiamo fatto esplodere la testa con domande puntigliose, chiacchiericcio di sottofondo, interventi a sproposito, gossip tangenziali e quant'altro. Lei ci ha comandate con mano ferma e sorrisi imperiosi, portandoci dirette verso la realizzazione della sfoglia per il Raviolo di Parmigiano con Crema di Burro al Profumo di Lavanda e Mandorla.

(i ravioli in tutto il loro splendore)


Una bomba di sapore, lussuria, freschezza e morbida grassezza su cui Aurora imprime la propria dolcezza e tenacia: non è difficile intuire una forte immedesimazione e rispetto per il cibo, che in un piatto racconta uno chef e tutto il suo approccio alla cucina. 

Io non sono una chef ma ultimamente in cucina mi piace lavorare per sottrazione: mi piacciono i sapori semplici, sfronzolati da inutili abbellimenti o speziature gratuite. Con il piatto di Aurora ho compiuto il giro completo: ogni ingrediente risponde ad un preciso livello di sapore che non sopravviene mai sull'altro, tutto è definito ma elegantemente amalgamato. È poesia, che ci volete fare.

Essendo però impegnata a far le foto, non ho sraviolato in presenza della chef. Sono tornata a casa con la mia palletta di sfoglia e una voglia matta di darle una giusta esecuzione (in qualunque senso la vogliate intendere).

Alle foto l'ardua sentenza.



In sottofondo alla maratona-selezione-foto: Led Zeppelin - Tangerine