20 ottobre 2011

Muff-ammi il piacere!

Col tempo uggioso e piovoso c'è solo da godersi le gocce da dietro le finestre con una bella tazza di té in mano. Immagine abusatissima ma veritiera: se poi il gatto decide di dare sfogo a tutta la sua peluche-osità e vi si acciambella contro fuseggiando ad alfabeto Morse (purr-purr-purrrrrrrrrrrr), il quadretto è completo.

Ero alla ricerca di primo dolce che avrei preparato in questo periodo di lontananza da farina e burro, basi miracolose per dessert perfetti: e cosa avrei potuto preparare se non i muffin, con cui tedio spesso gli amici veri e virtuali a suon di variazioni sul tema?

I muffin sono diventati il complemento dolce e perfetto di molti pomeriggi autunninvernali, quando si ha bisogno di uno stacco dalla routine delle quattro ed è necessario, nonché vitale, tenere le mani impegnate. Sono facili da preparare, permettono voli pindarici di fantasia (bastano le proporzioni liquidi/solidi degli ingredienti, ci mettete quello che vi pare) e si cuociono in così poco tempo che risolvono ogni problema di merenda, ospiti all'ultimo minuto, cali di zucchero e tutte le emergenze dolciarie possibili.

La versione di prova intollerante è una rivisitazione della classica abbinata cioccolato+pere: la trovate anche su Setteperuno.



Muff-ammi il piacere! - Muffin intollerante con cacao e pere

(per tazza intendo un mug stile inglese che contiene circa 200ml di liquidi)
Una tazza di fecola di patate
Mezza tazza di farina di farro
Una tazza scarsa di zucchero di canna Mascobado
Mezza tazza di cacao amaro in polvere
Una bustina di lievito
Un uovo
Una tazza di latte di mandorle
Mezza tazza di olio extravergine di oliva
Due pere piccole o una pera grande

Scaldate il forno a 200gradi. Su una placca da forno preparate i pirottini da muffins: vanno bene quelli di carta, ma per un risultato ottimale io opto sempre per quelli in silicone. L'Ikea ne ha sfornati, è il caso di dirlo, di fantastici, ma ogni negozio di casalinghi ben fornito ne ha. Se poi cercate un effetto particolare, potete mettere i pirottini di carta dentro gli stampini in silicone, così il muffin non si sformerà in cottura e potrete usarli cme regalo. (Bree Van De Kamp, mi hai traviata)

In una ciotola setacciate farina, fecola, cacao zucchero e lievito. In un'altra sbattete appena uovo, latte di mandorla e olio. Tagliate le pere a dadini. Unite il composto liquido al solido mescolando piano, aggiungete le pere. Scucchiaiate l'impasto dentro i pirottini, riempiendoli per due terzi (lasciando semplicemente un dito vuoto in altezza) e infornate per 15 minuti a 200 gradi.



Accompagnateli con una bella tazza di té caldo, una coperta di lana grossa e vecchia, il gatto che non la smette coi suoi ronronronronronron e una canzone malinconica:
Paolo Nutini - Northern skies (ghost track)